Fiuminico: arriva la prima Sezione Nautica all’I.C Cristoforo Colombo

L'Istituto Cristoforo Colombo a Fiumicino
Avranno la possibilità di esercitarsi, uscendo direttamente in mare su barche a vela, vivendo in prima persona il mondo marino e la sua ricchezza ambientale. Grazie alla nascita della prima “Sezione Nautica” è una delle opportunità formative che sarà permessa ai prossimi alunni della classe prima media, dell’I.C. Cristoforo Colombo di Fiumicino. La novità è stata presentata ai genitori: una sezione di scienza e cultura del mare, dedicata allo sviluppo di una cultura della navigazione e alla sostenibilità ambientale. l’Assessore alla Scuola, Paolo Calicchio sottolinea che l’idea della sezione nautica è “nata nel corso di uno degli eventi promossi dal Circolo Velico Fiumicino, il quale si è dimostrato subito disponibile nell’accogliere e coordinare il percorso didattico, che si snoderà nel triennio della scuola secondaria di primo grado, presso la sede di Via dell’Ippocampo.
La sezione costituisce un’opportunità unica per i nostri ragazzi che, attraverso approfondimenti teorico-pratici di navigazione, storia della marineria, meteorologia, tecniche di navigazione e tecnologia nautica, potranno venire a conoscenza di tematiche aventi fondamentale importanza per un territorio come il nostro, caratterizzato dalla presenza del mare nei suoi 24 km di costa”.Ai ragazzi sarà anche offerta la possibilità di visitare i cantieri nautici, le velerie storiche del territorio ed ammirare da vicino il rimorchiatore a vapore Pietro Micca, ormeggiato presso Fiumara Grande. Ci saranno anche approfondimenti di ecologia, rispetto e tutela ambientale e difesa dell’ecosistema”. “Ringrazio la preside dell’I.C.
Cristoforo Colombo, Letizia Fissi, che da subito, insieme con il collegio docenti e di istituto, si è prodigata per la promozione di tale percorso di studio e la Capitaneria di Porto che collaborerà nella didattica, proponendo uscite in mare e la visita alla centrale operativa di Viale Traiano, oltre che lezioni specifiche sulla sicurezza in mare”.