Operazione “Ferragosto sicuro”: nella Capitale 20 arresti, 13 denunciati e 3mila persone controllate

Venti persone arrestate, 13 denunciate, 3000 persone e circa 1800 veicoli controllati, verifiche in 85 locali dal centro al litorale, intervento e indagini per 5 incendi in tutta la Provincia è il bilancio del dispositivo messo in atto dai Carabinieri, nella sola giornata di Ferragosto. Si tratta principalmente di persone arrestate per detenzione e spaccio di droga, furto, evasione dai domiciliari e persone ricercate perché destinatarie di provvedimenti restrittivi, trovate nel corso dei controlli. Particolare attenzione è stata rivolta ai luoghi di maggiore aggregazione, ai locali e alle spiagge. Controllate 110 attività commerciali – tra bar, ristoranti, pub, gelaterie, stabilimenti balneari – che, in alcuni casi, sono state sanzionate. Al Pantheon, nel cuore di Roma, i carabinieri della compagnia Centro hanno sanzionato 3 venditori ambulanti abusivi di vari oggetti. Oltre al sequestro dell’intera merce e alle sanzioni previste per un importo complessivo di 16.500 euro, i militari hanno notificato loro un daspo urbano dal centro storico capitolino per 48 ore. Tra gli interventi a Trastevere, nell’ambito della movida, i Carabinieri sono intervenuti in un ristorante di piazza San Cosimato dove un romano di 31 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine e sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo stava importunando gli altri avventori. Alla vista dei militari, l’uomo ha iniziato ad inveire e a cercare più volte lo scontro fisico, ma è stato ammanettato e portato in caserma.