Usa, per la prima volta dopo 25 anni Donald Trump esce dalla classifica di Forbes sugli uomini più ricchi d’America

L'ex presidente Donald Trump
Per la prima volta, dopo un quarto di secolo Donald Trump esce da TheForbes 400, la classifica degli americani più ricchi del paese. Entra nel 1997 e rimane stabile fino al 2016. Il declino parte parte proprio nell’anno in cui conquista la presidenza, un calo costante per 5 anni, e ora è fuori dalla lista. 400 milioni sotto la soglia necessaria per farne parte. Oggi il patrimonio dell’ex tycoon conta 2,5 miliardi di dollari. Cos’è accaduto  – Trump non ha che da incolpare sé stesso. Durante la pandemia i titoli tecnologici, le criptovalute, i mercati meno tradizionali hanno prosperato, meno fortunate le proprietà immobiliari delle grandi città, il vero patrimonio di Donald Trump. In realtà l’occasione avrebbe dovuto coglierla cinque anni fa, quando in seguito alle elezioni del 2016 i funzionari federali di etica spingevano per far sì che convertisse i suoi beni immobiliari. Un’occasione per reinvestire, diversificare il patrimonio e al tempo stesso ottenere incarichi lontani dal conflitto di interesse. Ma Trump dice di no, e si aggrappa a quel patrimonio che all’epoca valeva 3,5 miliardi di dollari. A frenare l’ex presidente sono le tasse sulle plusvalenze, quelle che avrebbe dovuto pagare se avesse svenduto tutto nel 2016. Ma sarebbe stato solo un costo iniziale. Trump ha fatto male i conti. La rivista Forbes prova a farli bene.