RaccontARTE Vertumno, il nuovo libro di Mara Ciavarella 1° nelle novità Amazon

Mara Ciavarella, l’ideatrice e promotrice del progetto RaccontARTE ci racconta del suo ultimo libro per bambini, RaccontARTE Vertumno, classificatosi al 1° posto tra le novità più interessanti di Amazon nella sua categoria. L’albo illustrato narra, in rima baciata, la storia dell’imperatore Rodolfo II D’Asburgoche viene trasformato da Madre Natura in Vertumno, dio romano delle stagioni, affinché salvi il suo popolo affamato e pian piano sul suo corpo appaiono i vegetali più disparati. Con una storia dal sapore classico, inneggiante all’amore e alla gentilezza, viene svelato ai bambini uno dei quadri italiani più affascinanti, realizzato da Giuseppe Arcimboldo nel 1590, noto anche come “L’imperatore Rodolfo II in veste di Vertumno”. Mara ci racconta: “Scrivo da sempre, e la poesia ha un posto speciale nel mio cuore, anche se negli anni passati mi sono dedicata soprattutto a racconti per adulti, che ho proposto nell’ambito di concorsi letterari nazionali.” Racconti che sono stati pubblicati in varie antologie e nel 2015 il racconto “Distanza rivelatrice” le ha fatto vincere il premio TALENTITALIA. “Credo che la poesia abbia una sua forza speciale, e che le rime, in particolare, abbiano per i bambini un grande potere ammaliante”. Dopo la laurea, Mara si è diplomata in arteterapia e si è posta una domanda semplice: si può raccontare un’opera d’arte ai bambini in modo semplice e divertente? Una prima risposta in questo senso l’ha data con i laboratori e i corsi RaccontARTE, mossi dalla volontà di mettere a disposizione dei bambini un luogo dove poter esprimere sé stessi, coltivando la creatività. La metodologia è spiegata in tre parole: Osserviamo, Ascoltiamo e poi Creiamo. I bambini osservano celebri opere d’arte, ascoltano bellissimi libri che raccontano degli artisti che le hanno create o che aiutano a coglierne i dettagli, ma soprattutto creano, non delle copie, ma nuove opere ispirate a tutto ciò che hanno visto e ascoltato, ma declinate attraverso la libera espressione e la creatività di ciascuno. Sono nati nel comune di Ladispoli e sono promossi dall’Associazione di promozione sociale Aperta parentesi, attiva sul territorio di Roma e provincia con attività e progetti dedicati ai più piccoli e alla loro crescita: dal progetto di educazione al bilinguismo, al percorso di mindfulness, passando per l’arte e la narrativa. Mara con il suo RaccontARTE partecipa a molte iniziative per bambini a Roma e Provincia. A Ladispoli il suo corso è attivo con tante iniziative durante l’anno, presso le scuole e la Biblioteca Comunale “Peppino Impastato” con l’abituale mostra “Grandi opere per piccoli artisti” e laboratori gratuiti in occasione di eventi culturali, ma anche con i corsi svolti presso il Centro d’Arte e Cultura e il Nido Famiglia “La Coccinella” Ad un certo punto Mara ha però avvertito l’esigenza di creare una collana di libri che conducessero il lettore (o il piccolo ascoltatore) all’interno di una precisa opera d’arte, seguendo l’artista mentre ne racconta i dettagli o mentre ne compone alcune parti. Questa è la differenza fondamentale con la maggior parte degli altri libri d’arte per bambini, che generalmente si concentrano sulla vita degli artisti o ne mostrano molte opere. Gli albi illustrati RaccontARTE vogliono permettere una vera immersione nella singola opera che propongono, di modo che i bambini la facciano propria, cogliendone tutti i meravigliosi dettagli. Ed è per questo che, in appendice ci sono dei consigli di attività per guidare i bambini nella rielaborazione grafica di quanto visto e ascoltato, invitandoli a creare il loro personale artefatto. Gli altri titoli della collana sono: “RaccontARTE Notte stellata” ispirato alla celebre opera di Van Goghe “RaccontARTE Composizione VIII” dedicato a Kandinskij, di cui sono disponibili anche le relative tavole per kamishibai. Sono stati accolti con molto entusiasmo da insegnanti, educatori e professionisti del mondo dell’infanzia. “Mettere in pratica l’arte è un esercizio importantissimo nella vita dei bambini” ci spiega Mara “oltre all’allenamento della motricità fine, della capacità di concentrazione, della coordinazione oculo-manuale, gli consente di aumentare la propria fiducia in sé stessi nonché l’autostima. Venire a contatto con l’arte gli dà modo di sviluppare il proprio senso estetico e l’amore per il bello. Da anni ho fatto mia la celebre frase di Munari: – Giocare con l’arte? Ma capiranno? Così piccoli, capiranno cos’è l’arte? Capire che cos’è l’Arte è una preoccupazione (inutile) dell’adulto. Capire come si fa a farla è invece un interesse autentico del bambino.” Ed io cerco di sostenere questo loro meraviglioso interesse con i miei libri ed i miei laboratori.