G20: i capi di Stato al “tradizionale” lancio delle monetine alla Fontana di Trevi

I leader del G20 insieme alla Fontana di Trevi, nel cuore di Roma, per il tradizionale lancio della monetina, evento iniziale della seconda e ultima giornata del summit. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha guidato il gruppo, seguito da Boris Johnson, Pedro Sanchez, Angela Merkel e gli altri. Intorno al monumento e lungo le strade limitrofe uno schieramento imponente di forze dell’ordine, cameramen e fotografi, con l’intera zona vietata al traffico. Una tappeto guida azzurro segna l’ingresso alla zona della vasca, piantonata da due carabinieri in alta uniforme. Elicotteri sorvolano la zona. A palazzo Poli i grandi della Terra hanno ricevuto un sacchetto con dentro un euro italiano che hanno poi lanciato, come da tradizione, nella fontana con le spalle all’acqua in segno beneaugurante. Alle 10.30 previsto l’avvio dei lavori alla Nuvola. Sul tavolo il dossier sul clima, ancora in salita.grandi si sono disposti davanti alla fontana per la foto di rito, con Macron e Merkel a fianco di Draghi. Le monetine sono state lanciate rigorosamente di spalle, e dopo il lancio, tra sorrisi e applausi, i leader si sono soffermati ad ammirare la magnificenza della fontana, uno dei monumenti di Roma più celebri al mondo, tirata a lucido già nelle prime ore del mattino da una pulizia straordinaria. Tanti i curiosi affacciati dalle terrazze e dalle finestre dei palazzi che circondano il monumento. Dopo il lancio della monetina, la cancelliera tedesca Angela Merkel, sorridendo, si è sciacquata le mani nella Fontana. Quindi il gruppo si è incamminato per tornare alla Nuvola, all’Eur, per iniziare ufficialmente la seconda giornata di lavori. Una curiosità: la moneta da 1 euro lanciata dai leader nella Fontana di Trevi è stata coniata appositamente per il G20 con inciso l’Uomo vitruviano, simbolo del Vertice.