Emergenza rifiuti a Roma: “La monnezza va al Nord”. Entro Natale l’impegno del sindaco Gualtieri per avere le strade pulite

I nuovi mezzi a disposizione dell'Ama per la rimozione dei rifiuti a Roma
I rifiuti di Roma al Nord. Mentre prosegue a ritmo serrato la grande pulizia della città promessa dal neo sindaco Roberto Gualtieri, che dovrebbe portare la Capitale entro Natale ad avere strade pulite, ora si cerca la disponibilità di città e Regioni a prendersi la spazzatura romana. In Campidoglio sono al lavoro “senza sosta” con la municipalizzata dei rifiuti Ama e in coordinamento con la Regione Lazio per trovare soluzioni transitorie in vista di quelle strutturali, ovvero la realizzazione degli impianti. L’Ama ha raggiunto un’intesa con una società di Mantova (la Mantova Ambiente) per poter utilizzare la loro discarica fino al 31 dicembre 2022 e ha chiesto la disponibilità a impianti di incenerimento e smaltimento in Toscana. Ma per il presidente della Regione, Eugenio Giani, l’accordo non è affatto scontato. “Il decisore politico Regione Toscana, di cui io sono presidente e titolare giuridico, non ha fatto nessun accordo”, ha voluto precisare seminando qualche ostacolo su un possibile patto per l’uso di impianti di incenerimneto e smaltimento. Sullo sfondo poi resta anche un’opzione al sud, ovvero l’ipotesi, già circolata ma non concretizzatasi, di Napoli.