Sicilia, continua il maltempo: bomba d’acqua nel messinese, 30 famiglie isolate

Continua il maltempo nel sud Italia. Dopo il messinese è la Puglia ad essere investita in queste ore da una violenta pioggia. Oltre a Casamassella, frazione di Uggiano La Chiesa, la situazione è critica anche a Otranto. L’acqua che continua a cadere in quantità eccezionale si è riversata, mista a fanghiglia nel mare, formando in alcuni punti un’enorme cascata. A rischio la tenuta delle barche attraccate al porto, alcune sono già andate a fondo ed altre rischiano di colare a picco. Intanto a Otranto e Uggiano La Chiesa le scuole sono rimaste chiuse. Si registrano allagamenti di abitazioni, scantinati, garage, campagne e di alcune strade secondarie che si sono trasformate in fiumi in piena. Chiusa al transito la litoranea Porto Badisco-Otranto. A Minervino preoccupa la tenuta del canale circondariale. A Santa Cesarea Terme nelle prime ore del mattino ci sono state una tromba d’aria marina e una grandinata. Sulla Martano-Otranto è crollato il muro di cinta del campo sportivo. Nei luoghi colpiti dal maltempo sono al lavoro numerose squadre dei vigili del fuoco coadiuvati dal personale delle associazioni della Protezione civile locale. La Protezione civile pugliese ha diramato un messaggio di allerta “gialla” per rischio idrogeologico. “Siamo riusciti a comunicare con alcune persone rimaste all’interno delle abitazioni – comunica il vigile del fuoco – ci hanno spiegato che all’interno ci sono circa 5 cm d’acqua mentre all’esterno siamo ad oltre un metro e mezzo. Le squadre fluviali arriveranno con i gommoni da rafting ma la situazione resta d’allarme perché Casamassella, Uggiano, Cocumola e tutti i centri della zona sono tutt’ora sotto una pioggia intensa.