Covid, il professor Locatelli (Cts) rassicura: “Ema ed Aifa approveranno i vaccini pediatrici, si inizierà con la somministrazione ai bambini”

Il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della Sanità e coordinatore del Cts
Il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico Franco Locatelli sostiene di prendere in considerazione l’obbligo vaccinale per alcune di categorie lavoratori, come le forze di polizia, Pubblica amministrazione e professori. Mentre sull’estensione a tutti dell’obbligo lo considera “un’opzione estrema”. Il Coordinatore del Cts annuncia alla stampa che quando Ema ed Aifa approveranno i vaccini pediatrici, si inizierà con la somministrazione ai bambini: “l’incremento maggiore dei contagi c’è stato nella fascia pediatrica 6-11 anni, che è quella in cui non è iniziata la vaccinazione”. Le vaccinazioni per i bambini partiranno quando arriverà l’approvazione di Ema ed Aifa e vanno fatti “per proteggerli da forma gravi o prolungate – rare ma presenti- per garantire la frequenza scolastica, e tutelare i loro spazi sociali”. Così il coordinatore del Consiglio Superiore di Sanità, che sottolinea: “il profilo di sicurezza di vaccini a mRna è assolutamente rassicurante”. Locatelli ha sottolineato che “abbiamo evidenze da Israele, che la dose booster ha contribuito non solo a rafforzare le protezione rispetto alla malattia grave, ma anche a ridurre marcatamente la circolazione virale”. Nei giorni scorsi – continua il coordinatore del Cts – “avevano 430-450 casi di infezione al giorno mentre a Settembre avevano numeri decisamente superiori “. La dose booster può favorire anche il ripristinarsi di una sorta di “immunità sterilizzante”, che contribuisce a ridurre la circolazione virale”.