Milano, indagata dalla Dda Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia

L’europarlamentare di Forza Italia Lara Comi è indagata per finanziamento illecito nella maxi inchiesta della Dda di Milano. Portavoce di Forza Italia a Saronno dal 2002 al 2005, diviene assistente di Mariastella Gelmini e nel 2004 a 21 anni coordinatrice nella regione Lombardia di Forza Italia Giovani. Alle elezioni politiche italiane del 2008 è candidata alla Camera dei Deputati nel collegio Lombardia 1, risultando terza non eletta. Alle elezioni europee del 2009 è eletta nella circoscrizione Italia nord-occidentale per Il Popolo della Libertà con 63.158 preferenze. Nella VII legislatura del Parlamento Europeo fu membro della Delegazione per le relazioni con l’Afghanistan (2009-2010), della Delegazione all’Assemblea parlamentare euro-latinoamericana (2010-2014), della Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Messico (2010-2014), della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori (2012-2014). A marzo 2012 è stata eletta coordinatore PdL della provincia di Varese. Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia. Alle elezioni europee del 2014 è candidata per Forza Italia nella circoscrizione Italia nord-occidentale. Viene rieletta nella con 83.987 preferenze. Viene scelta dai colleghi come vicepresidente del Gruppo PPE all’Europarlamento. Ricopre il ruolo di membro della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori e della Delegazione per le relazioni con gli Stati Uniti.