Roma, scuole chiuse per la pioggia. Per il presidente dell’associazione nazionale presidi Mario Rusconi: “Un danno di immagine altissimo”

Il maltempo continua a sferzare l’Italia mentre è polemica per la decisione del Campidoglio di chiudere le scuole per l’allerta diramato dalla protezione civile. “Le scuole di Roma sono state chiuse con un un pò pioggerella. Il danno di immagine alla scuola è altissimo. Al posto di chiudere le scuole dovevano essere mobilitati i municipi con i loro uffici tecnici per verificare lo stato delle scuole a rischio. Lo afferma il presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma Mario Rusconi.” “Nell’ordinanza -prosegue- c’è, invece, scritto che i presidi devono presidiare gli istituti, un’espressione vaga e ambigua che non c’è nel contratto di lavoro dei dirigenti scolastici”. Il Centro operativo comunale è operativo da ieri a Roma e continua a monitorare la situazione in tutte le aree della città. Al momento, secondo quanto riferisce il Campidoglio, sono stati registrati allagamenti in alcune strade, che sono stati fronteggiati con immediati interventi da parte della Protezione Civile e del Simu. Il Sistema di Protezione Civile Regionale indica l’intensificarsi delle raffiche di vento a partire dalle ore 12 circa. Nella zona di Ostia e del litorale raggiungeranno i 100 km/h”. La sindaca Raggi ai romani, ‘limitate spostamenti’ – “Vi invito a limitare il più possibile gli spostamenti e a fare molta attenzione su strada”, scrive su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. “In seguito all’allerta maltempo diramata dalla Protezione civile della Regione Lazio oggi le scuole a Roma, di ogni ordine e grado, rimarranno chiuse. Sono previsti forti piogge, raffiche di vento e mareggiate sulla costa. La sicurezza dei nostri figli e dei cittadini è la cosa che ci sta più a cuore”, scrive.