Iraq, i militari italiani sospendono l’addestramento delle truppe locali dopo l’uccisione del generale iraniano

L’Italia ha sospeso “in linea con la coalizione” la missione di addestramento delle truppe irachene. E’ quanto si apprende da fonti del ministero della Difesa.

Si tratta – si specifica – di “una delle misure di sicurezza decise” dopo il raid a Baghdad nel quale è rimasto ucciso il generale iraniano Soleimani. La missione, si spiega, “una volta stabilizzata la situazione, verrà ripresa quanto prima”.