domenica, Aprile 14, 2024

Il governatore Attilio Fontana difende la sua Regione: “La Lombardia è profondamente mutata, a livello economico, sociale e culturale. In questa regione dinamica e produttiva, si uniscono vocazione internazionale e attenzione ai territori in una perfetta complementarietà”

“Consapevoli del ruolo che Regione Lombardia ha svolto nel passato, ci troviamo ora a riflettere sul futuro della nostra istituzione, anche alla luce di quanto è successo negli ultimi mesi, mesi in cui la malattia, la sofferenza e, molte volte, anche la morte sono entrate nelle nostre famiglie”, ha detto ancora. “Dal 1970 – ha osservato Fontana – la Lombardia è profondamente mutata, a livello economico, sociale e culturale. In questa regione dinamica e produttiva, si uniscono vocazione internazionale e attenzione ai territori in una perfetta complementarietà”. “Ho un ricordo speciale – ha quindi sottolineato Fontana – dei miei anni da sindaco di Varese: amministrare un Comune è un compito gratificante ma di grande responsabilità. Per questo motivo, da presidente di Regione, ho sempre voluto rafforzare il rapporto con gli Enti Locali, veri interpreti delle esigenze dei cittadini”. Fontana ha quindi aggiunto: “Mai deve mancare il dialogo tra l’istituzione e l’uomo affinché non si realizzi quella pericolosa frattura che conduce alla perdita di fiducia del cittadino verso il suo Governo. Lo stesso percorso verso il riconoscimento di un’autonomia rafforzata dovrà essere condiviso e partecipato tra Regione, province e Comuni”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli