Coronavirus, il governatore della Sardegna Solinas punta i piedi: “Sui tamponi accordo con tutte le Regioni, altrimenti non se ne fa nulla”

Il governatore della Sardegna Christian Solinas
La Sardegna chiede che l’intesa sui tamponi e il trattamento dei casi positivi sia vincolante per tutte le Regioni e non solo per il Lazio. “Il sistema dei controlli deve coinvolgere tutto il territorio nazionale nei luoghi dove la gente circola – spiega il governatore Christian Solinas – E’ inutile che facciamo i tamponi a chi viaggia sulla Olbia-Civitavecchia e poi qui arrivano da tutta Italia senza precauzione. Se qualcuno vuole fare della Sardegna un caprio espiatorio noi non lo permetteremo”. “La tratta Olbia-Civitavecchia – ricorda Solinas – non è neppure la più trafficata, c’è prima Olbia-Livorno e poi Porto Torres-Genova. Quindi non vedo perchè l’accordo dovrebbe riguardare solo il collegamento con il Lazio. La Regione sarda ha già posto al Governo le sue condizioni per chiudere un’intesa: controlli sotto l’egida e a carico del Governo, tampone rapido per tutti i passeggeri di navi e aerei verso l’Isola e un protocollo per il rientro in sicurezza dei positivi a casa loro; in caso di quarantena in Sardegna, infine, essa dovrà essere a spese del Governo”.