Cagliari, strangolò la moglie: la Corte d’Assise ha confermato 30 anni di carcere per il marito

La Corte d'Assise di Cagliari
La Corte d’assise d’appello di Sassari ha confermato la condanna a 30 anni di carcere per Marcello Tilloca, l’uomo accusato di aver strangolato e ucciso la ex moglie Michela Fiori il 23 dicembre di due anni fa ad Alghero. Tilloca, reo confesso, aveva beneficiato in primo grado dello sconto di un terzo della pena perché giudicato con il rito abbreviato. I giudici hanno riconosciuto un risarcimento alle parti civili: la madre, la nonna e il fratello della vittima e l’associazione Rete delle donne di Alghero. Sono state loro ad accogliere con un applauso la conferma della condanna.