La Brexit cancella l’Erasmus dal Regno Unito

Addio all'Erasmus con la Brexit
La Brexit cancella l’Erasmus dal Regno Unito. L’accordo tra Londra e Bruxelles porta come conseguenza l’eliminazione del programma europeo, abbandonato dal Regno Unito: stop, quindi, ai soggiorni di studenti dell’Ue Oltremanica. E stop alle esperienze di studenti britannici nel Vecchio Continente, almeno secondo le formula consolidata dal 1987, anno di creazione dell’Erasmus. “E’ stata una decisione difficile”, ha detto il premier britannico Boris Johnson, sottolineando però che “il programma era estremamente costoso”. “Ora potremo mettere a punto un programma che consentirà agli studenti britannici di andare a studiare in tutto il mondo e non solo nelle università europee”, ha aggiunto. A gennaio, il premier aveva assicurato il mantenimento del programma. Poi, altre considerazioni hanno determinato una scelta in direzione opposta. Londra sostituirà l’Erasmus con il programma Turing, che dovrebbe consentire a studenti britannici di studiare in università straniere e non solo europee. Nel nuovo schema, non sono previsti finanziamenti per il soggiorno e gli studi di studenti in arrivo nel Regno Unito. La modifica, fanno notare i media britannici, priveranno gli atenei del paese di finanziamenti rilevanti.