Le associazioni sportive: “Melone, grave la situazione della palestra”

Da un lato gli alunni della Corrado Melone che da ieri usufruiscono della palestra per il servizio di mensa scolastica. Dall’altra parte le associazioni sportive che hanno perso l’uso della palestra durante le ore pomeridiane per gli allenamenti. Associazioni sportive che già da ieri sarebbero stati dirottati a quanto pare nella palestra del Di Vittorio. Una decisione, quella presa da dirigenza scolastica e amministrazione comunale che però mette in difficoltà le associazioni sportive che su quella palestra facevano affidamento. «Se lo sport, piano piano sta riprendendo la sua attività interrotta da 365gg, a Ladispoli sta accadendo qualcosa di davvero inaspettato. La palestra dell’IC Corrado Melone diventerà un refettorio per gli alunni della scuola Corrado Melone, in base alle direttive della circolare del Ministero della Salute, i bambini non pranzeranno in aule o all’aperto ma in un luogo nato per fare attività motoria ed educazione fisica nell’orario curricolare e attività sportiva dopo le ore 17. Le dinamiche di come ciò possa accadere dall’oggi al domani ancora sono poco chiare – hanno spiegato dall’Asd – ma di certo è che dopo la Pandemia questa è una bella tegola che dovranno affrontare le Asd che svolgono attività e campionati federali all’interno dell’impianto comunale, unico impianto regolare per lo svolgimento della pratica sportiva pallacanestro»
AGGIORNAMENTO del 13.04.2021 ore 16.10

Agresti alle associazioni sportive: “Dov’erano quando i bambini chiedevano uno spazio per la mensa adeguato?”

“Ora anche le associazioni sportive, verso le quali l’Istituto Comprensivo Corrado Melone (invece di tenersi la palestra come hanno fatto altre Scuole) è sempre andata incontro in tutti i modi verso le loro esigenze, facendo anche risparmiare loro spese che sappiamo sarebbero ricadute sulle quote delle famiglie, accusano la Scuola di avere loro provocato un danno”. Così il dirigente della Corrado Melone che replica alle accuse delle associazioni sportive contrarie alla trasformazione della palestra della scuola in mensa. “Mi domando – aggiunge Agresti – dove fossero questi signori quando i bambini chiedevano uno spazio mensa adeguato e degno di un Paese civile (ma forse Ladispoli non lo è) e loro giocavano a basket senza preoccuparsi dei problemi dei piccoli ladispolani”. “Ora che affermo che “il problema dei bambini è risolto” in quanto il Sindaco Grando ha convenuto sulla necessità di far utilizzare la palestra (che noi mai avevamo chiesto), questi signori mi accusano di avere creato loro un problema? A questi signori suggerisco di leggere il sermone di Emil Gustav Friedrich Martin Niemöller. Per chi non lo conosca, cerchi su Wikipedia “Prima vennero”.