“Dopo la statua, ora gemellaggio tra Ladispoli e Porto Ercole nel nome di Caravaggio”

Nemmeno il tempo di registrare il grande successo ottenuto dalla statua di Caravaggio, posizionata sul lungomare Marina di Palo, che dal Codacons arriva il rilancio della proposta di gemellaggio  di Ladispoli con Porto Ercole. A proporre al Comune di sposare il progetto è il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei, che ha invitato il sindaco Grando ad accelerare al massimo le procedure per la richiesta di gemellaggio a Porto Ercole. “Rilanciamo la proposta – dice Bernabei – perchè sarebbe il tassello finale per regalare a Ladispoli un ruolo decisivo nella storia del grande pittore. Dopo la posa della statua realizzata dall’artista Sergio Bonafaccia, la prima al mondo in assoluto dedicata al grande pittore, crediamo sia il momento di imprimere un decisivo colpo di acceleratore. Ormai è stato accertato in modo inequivocabile che Caravaggio sbarcò a Palo a luglio del 1610, ultimo posto dove fu visto vivo, e che la tradizione letteraria evidenzia Porto Ercole come il luogo della probabile morte. Appare evidente che esista un legame tra le due località che non può essere ignorato. Michelangelo Merisi potrebbe essere il filo conduttore dell’unione tra le due cittadine, distanti poco più di 100 km di litorale tirrenico, aprendo il campo ad iniziative di richiamo turistico. Siamo certi che il sindaco Grando saprà cogliere il senso dell’iniziativa”.