Tutto pronto per la terza edizione del “Roby Clean Up” sulle spiagge

Domenica 20 giugno, come ogni anno in occasione dell’InternationalSurfingDay torna il “RobyCleanUp” 3rd Edition! Un’iniziativa di pulizia delle spiagge che si svolgerà fuori e dentro l’acqua. “Abbiamo tutti un luogo a cui teniamo particolarmente, il mio è il mare”. A parlare è l’ideatore dell’iniziativa Roberto D’Amico, conosciutissimo surfista di Ladispoli, che ha girato il mondo intero sempre alla ricerca di nuove onde e di nuove spiagge dove dare sfogo alla sua passione. Ed è proprio Roby a dare appuntamento tramite i suoi canali social a quanti vorranno partecipare: “La mia base è Ladispoli, e qui sarà il cuore di questa terza edizione. Educare, in modo divertente, ad abitudini più corrette e rispettose del mondo che ci circonda sarà la finalità di questa giornata. Chi mi raggiungerà in spiaggia, potrà infatti partecipare in prima persona a una coinvolgente esperienza. Grazie al supporto della comunità locale, che si metterà a disposizione per incoraggiare i nostri sforzi, i rifiuti raccolti verranno utilizzati come mezzo di scambio. Ogni partecipante verrà premiato grazie agli omaggi offerti dagli sponsors dell’evento: Savetheduck.no, Banca Mediolanum, Breitling Ventura – La mia frutta secca, DoppioZero, Everyseangleday, Malecon e dalle associazioni Oneoceanfoundation, Scuolambiente, Plasticfree Sons of the ocean Ladispoli. Tutelare l’ambiente è un progetto che richiede l’impegno di tutti – prosegue – per questo il mio invito è esteso a chi non potrà essere presente a Ladispoli in questa data ma desidera supportare il nostro progetto con azioni concrete sulle spiagge di tutta Italia, rendendo così, domenica 20 giugno, una giornata che lascerà il segno. Il passaparola e la condivisione potranno aiutarci a rendere virale tutte le attività che realizzeremo, da nord a sud. Per questo vi invito a documentare e condividere le vostre azioni con l’hashtag #Robycleanup e taggare il mio profilo @robycleanup su IG per la ricondivisione. Il futuro è nelle nostre mani e insieme possiamo fare la differenza. (Graphic Paul Mellidi).