Olimpiadi: Leo Fioravanti vola a Tokyo

Il surfista di Cerveteri inserito come riserva dalla International Surfing Association

Leonardo Fioravanti, surfista cresciuto a Cerveteri, alle olimpiadi di Tokyo ci sarà ma come riserva. La ISA, International Surfing Association, come spiega surfcorner.it, ha rilasciato le regole per la riallocazione dei posti di qualificazione inutilizzati per Tokyo 2020 e tra questi c’è anche il nome di Leonardo Fioravanti che avrà 4 slot a disposizione Il documento diffuso da ISA descrive le regole per sostituire un atleta già qualificato per Tokyo 2020 qualora non fosse in grado di competere ai Giochi Olimpici.
I criteri con cui ISA ha stabilito le riserve
“Se un posto contingentato assegnato non è confermato dal Comitato Olimpico Nazionale (NOC) entro la scadenza del 21 giugno per la conferma o è rifiutato dal NOC, il posto contingentato sarà riassegnato al successivo atleta classificato non ancora qualificato al rispettivo evento, rispettando la quota massima di posti di due surfisti per genere per NOC. Se l’atleta si è qualificato tramite l’evento di qualificazione continentale ISA – 2019 ISA World Surfing Games e/o Pan American Games 2019 – il posto contingentato sarà riallocato all’atleta con il punteggio più alto nel rispettivo evento a condizione che gli atleti rientrino nella classifica di controllo di qualità ISA (in alto 30). Se nessun atleta disponibile dai continenti finisce nella classifica di controllo di qualità ISA, il posto sarà assegnato al successivo miglior atleta classificato, non ancora qualificato, indipendentemente dal continente. La scadenza per l’elenco delle iscrizioni finali degli atleti partecipanti ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 (termine per le iscrizioni allo sport) è il 5 luglio 2021 alle 23:59 ora del Giappone (UTC+9). Dopo la scadenza delle iscrizioni sportive, in caso di condizioni mediche che impediscono la partecipazione di un atleta, comprovata violazione del regolamento antidoping (ADRV), test COVID-19 positivo, isolamento o quarantena a causa di un’infezione da COVID-19 o altri motivi eccezionali, il Il CIO, dopo aver consultato gli esperti medici dell’IF e del CIO pertinenti (quando ritenuto opportuno dal CIO), può autorizzare la sostituzione permanente di un atleta con un altro atleta solo nello stesso sport, disciplina ed evento a condizione che la riassegnazione sia completa prima della riunione tecnica del surf. Meeting, che si terrà presso la sede del surf a Tokyo il 24 luglio alle 15:00 ora locale. Per il surf, in cui il posto contingentato è assegnato nominativamente ad un atleta, verrà avviata la procedura di riassegnazione secondo il Sistema di qualificazione al surf approvato. In questo caso, gli atleti sostitutivi devono soddisfare le condizioni di idoneità e i criteri di qualificazione, devono essere stati registrati nella “Long List” del NOC degli atleti idonei a servire come sostituti e non devono avere problemi di controllo antidoping in sospeso.”