test
lunedì, Giugno 17, 2024

Turismo sostenibile a Cerveteri, il sindaco Gubetti potrebbe fare goal

Da voci di palazzo si apprende che l’Ufficio urbanistico del Comune di Cerveteri avrebbe chiesto formalmente, alla Sindaca Gubetti, un impegno sostanziale supportato da un atto di indirizzo concreto, al fine di poter autorizzare la realizzazione di strutture ascrivibili alla categoria di eco-campeggio, in applicazione delle nuove e precise leggi regionali che impongono ai Comuni di favorire le imprese per la realizzazione di strutture turistiche eco-compatibili, per fornire nuovi sbocchi economici, sociali ed occupazionale nel territorio. In base alla legge regionale 13/2007, modificata nel 2022, art 1 comma 3 lettera O-bis, e art. 23, infatti è stato richiesto all’amministrazione di lavorare con un preciso indirizzo in materia di sviluppo turistico – ambientale. Considerato l’interesse che il Comune ha sempre riverberato (almeno nella propria comunicazione politica), circa la volontà di sviluppare le entrate derivanti dalla vocazione turistica di Cerveteri, imprese e cittadini si attendono un passo in avanti deciso. Ebbene oggi, con le nuove norme regionali in materia di turismo, ambiente e sostenibilità, è tutto più semplice di un tempo e le opportunità, anche nel territorio, sono molteplici. Ma al momento, ci si interroga, in che modo il Comune di Cerveteri favorisce le imprese che investono nell’eco-turismo, come disposto dalla legge regionale, anche in previsione dei flussi legati al Giubileo imminente? Una domanda che inoltriamo per conto di imprese e cittadini ai nostri politici ed esperti tecnici. La Sindaca Gubetti avrebbe in questa fase la possibilità e l’opportunità di cavalcare un tema sensibile per dare i segnali di una svolta reale, mettendo in atto i buoni propositi per sviluppare l’eco-turismo a Cerveteri, quale volano di crescita responsabile. Per discutere nel particolari di queste tematiche legate alla pianificazione delle eventuali aree idonee, ci sarebbero già delle imprese interessate a proporre all’Ufficio urbanistico una riunione per definire i parametri operativi, come prescritto dall’art. 23 del Regolamento Comunale Suap, per passare, come in molti auspicano, dalle parole ai fatti.

Articoli correlati

Ultimi articoli