TIFOSI LAZIALI ERANO PRONTI AD AGGREDIRE LA TIFOSERIA AVVERSARIA

Mentre si stavano avvicinando al gruppo, gli agenti hanno notato che 4 di loro si erano sganciati dirigendosi verso un’autovettura parcheggiata lì vicino. Si sono così avvicinati e li hanno fermati, richiedendo nel frattempo, tramite la sala operativa, l’invio di altre pattuglie per il controllo degli altri tifosi lì presenti. All’arrivo delle volanti il gruppo di persone, ha iniziato a scappare disperdendosi per le vie limitrofe. Gli agenti però sono riusciti comunque a fermarne due. Da un primo controllo all’interno dell’’autovettura in uso all’ A.G., romano di 26 anni, uno dei 4 fermati, i poliziotti hanno rinvenuto un coltello a scatto con una lama di 9 cm., un tirapugni in metallo e, nel portabagagli è stato sequestrato anche un artifizio pirotecnico. I 6 fermati sono stati accompagnati tutti negli uffici del Commissariato Ponte Milvio,  dove, A.G. è stato arrestato per possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive mentre gli altri sono stati denunciati a piede libero. Nei confronti dell’arrestato il Questore ha emesso il “Daspo” per 4 anni. Abbandonati a terra sono stati sequestrati a carico di ignoti anche 2 coltelli, una busta di plastica con dentro 21 fumogeni colorati, uno zaino contenente altri 29 fumogeni, 8 artifizi pirotecnici ed un martello.Già nel pomeriggio, al casello Roma sud,  all’arrivo del pullman con i tifosi juventini, il mezzo di scorta del Reparto Mobile, era stato colpito da numerosi oggetti. Successivamente è stato individuato uno dei tifosi responsabili che è stato denunciato e anche questo sanzionato con Daspo per 5 anni. Sono in corso altri accertamenti per individuare gli autori dell’accensione di alcuni “fumoni” e  l’esplosione di “bomboni” all’interno dello stadio Olimpico durante l’incontro di calcio.