CON LORO ANCHE IL BOTTINO: IN MANETTE

Alla vista dell’auto della Polizia hanno bruscamente frenato e gli agenti del reparto volanti hanno deciso di procedere al controllo. Il nervosismo dei tre uomini nell’abitacolo ha insospettito gli agenti che durante il controllo hanno rinvenuto sul sedile posteriore, una borsa risultata contenere circa 30 collane in oro ed argento, 50 anelli, fermacravatte, bracciali, orologi di valore e personal computers. Inoltre gli uomini erano in possesso di arnesi da scasso. I gioielli e le tre persone fermate sono stati portati al Commissariato Prenestino, in attesa di effettuare ulteriori accertamenti. Sono partite le indagini ed in breve tempo gli investigatori hanno accertato che i preziosi provenivano da un furto appena compiuto in un’abitazione di via Lanciano, nelle adiacenze di via Tiburtina. Parte dei preziosi rinvenuti, però, non sono stati riconosciuti dalla proprietaria dell’abitazione, e pertanto è da ritenere che possano provenire da altri furti in appartamento, per cui saranno effettuate ulteriori indagini. I tre, al termine, sono stati arrestati per rispondere di concorso in furto aggravato in abitazione.