DA ARPA LAZIO I PRIMI DATI RELATIVI A 6 E 7 MAGGIO E A CONCENTRAZIONI DI PM10

Nella nota diffusa si legge che “anche nelle giornate del 6 e 7 maggio 2017 le concentrazioni misurate presso le stazioni di Ciampino, Cinecittà e Fermi e quelle rilevate dal mezzo mobile situato nell’abitato di Albano Laziale hanno fornito valori inferiori ai limiti imposti da D. lgs 155/210 e in linea con quelli rilevati nelle giornate precedenti l’incendio. Per le misurazioni effettuate con campionatori specificamente installati nelle vicinanze dell’incendio – si legge ancora nel documento – sono stati raccolti i filtri per la determinazione del PM10 che per il 05/05/2017 sono pari a 130 µg/m3 e per il 06/05//2017 a 73 µg/m3. Si evidenzia – continua Arpa Lazio – che il dato relativo al giorno 05/05/2017 si riferisce ad un campionamento che è stato effettuato a partire dalle ore 13.30 e terminato alle ore 24.00 e pertanto rappresenta una media delle concentrazioni del PM10 riferito a 10 ore e mazza. Il campionamento del 06/05/2017 è invece, come previsto dalla normativa, riferito ad una media sulle 24 ore. I valori rilevati – conclude la nota – sono superiori al limite giornaliero di 50 µg/m3 previsti per l’aria ambiente dal D. lgs 155/210 ma comunque analoghi ai valori registrati nel centro urbano di Roma nei periodi invernali di particolare criticità. Si ricorda che la normativa prevede che il limite di 50 µg/m3 non può essere superato oltre 35 volte durante l’anno solare”.
I campioni raccolti sono stati inviati ai laboratori di Arpalazio per ulteriori analisi e per le determinazioni di idrocarburi policiclici aromatici e diossine. Per i risultati saranno necessari altri giorni.