Roma, il popolo del centrodestra prende possesso di piazza San Giovanni

Piazza San Giovanni a Roma si sta riempiendo per la manifestazione del centrodestra contro il governo. Oltre alle bandiere tricolori i manifestanti hanno bandiere dei singoli partiti che saranno in piazza quindi di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia. La chiusura è affidata al leader della Lega Matteo Salvini. Mentre la piazza si riempie, i primi cori: ‘venduto, venduto’ e ‘buffone, buffone’ contro Luigi Di Maio che appare sul monitor del palco da dove arriva la colonna sonora, tipica degli happening leghisti, da Nek agli 883. Altri insulti vengono poi diretti nei confronti di Gad Lerner, arrivato a San Giovanni. E dalla sede di Casapound, in via Napoleone III, anche il corteo dei militanti della tartaruga frecciata si dirige verso la manifestazione. Intanto il ‘Capitano’ – che ha iniziato a twittare molto presto “vi piace? Siete pronti?” ha scritto in mattinata, accompagnando il cinguettio con una foto della piazza e l’hashtag #orgoglioitaliano – è salito sul palco per un saluto. Alla sinistra e alla destra sono stati montati due enormi striscioni con Tricolore, lo slogan della manifestazione ‘Orgoglio italiano!’ e il simbolo della Lega abbinato a quello ‘Prima gli italiani’. Il tutto, nonostante si siano ripetuti nel centrodestra gli appelli al leader del Carroccio per eliminare dalla piazza i riferimenti troppo espliciti alla Lega, per quello che formalmente è un evento unitario del centrodestra. L’espressione ‘Orgoglio italiano! Una patria da amare e difendere’ è infatti lo sfondo che fa da ‘quinta’ sul palco: nel manifesto preparato per l’occasione, ai due estremi dello slogan, più piccoli ma visibili spiccano il simbolo della Lega a sinistra e quello ‘Prima gli italiani’ a destra.